blikk

Blog GS Bozen Gries

infothek galerie sitemap
punkt forum
blikk reform blog

Ospitazioni (6/95)

an den anfang zurueck weiter ans ende eine ebene nach oben
 

Poli Luisa

Montag, 10. Juni 2019

Kategorie:

L2

Kein Kommentar

 

….aggiornamento personale

All’insegnante, che frequenta il corso “Reform”, vengono suggerite delle ospitazioni in altre scuole.

Un modo pratico ed efficace per osservare il lavoro delle colleghe.

A fine giornata è previsto un colloquio e la stesura di una recensione, che viene pubblicata in un portale condiviso da tutte noi.

Ospitazione dall’insegnante Leida Elena (FOTO E RECENSIONE)

elefante


 

data

scuola

insegnante

18 febbraio 2019

Scuola primaria di Latzfons

Elena Leida, insegnante di L2

 

Aspetti osservati:

ü  Promozione delle competenze sociali in L2

ü  Utilizzo degli spazi

Ho conosciuto Elena al corso, che stiamo frequentando.

Elena conclude il suo secondo corso di laurea presentando una tesi sulla pedagogia attiva. E’ molto preparata, ma soprattutto mi piace la sua curiosità, che la porta a sperimentare e a confrontarsi con realtà scolastiche diverse.

Decido di trascorrere una mattinata nella sua scuola per capire come è riuscita ad applicare o adattare i principi fondamentali di questo pensiero insegnando italiano in una scuola tedesca.

L’osservazione inizia in una terza classe. Dopo una prima fase di accoglienza, Elena chiede agli alunni quale attività preferiscono svolgere e le scrive alla lavagna. Sono tutte attività orali, che vengono svolte da tutti gli alunni in maniera ordinata e rispettosa.

La lezione viene decisa dalla classe e non dall’insegnante, che con notevole flessibilità si adatta alle scelte degli alunni. Grande rispetto ed attenzione da parte della classe nei confronti del compagno che parla. Si rispetta il turno parola. Non c’è ansia da prestazione. L’insegnante interviene, se necessario, ripetendo la frase correttamente.

In quinta classe gli alunni sono impegnati in un progetto interdisciplinare “giro attorno al mondo”. Divisi in gruppi gli alunni consultano un sito internet, scaricano il materiale, costruiscono il monumento scelto e scrivono un breve testo, che fa riferimento allo stesso.

 C’è tanta complicità e disponibilità ad ascoltare le proposte altrui. Elena si affianca ai vari gruppi, li ascolta, dà consigli e suggerimenti sulla stesura del testo. Gli alunni parlano sottovoce, sono molto concentrati e si sostengono vicendevolmente. Sono molto autonomi.

In quarta classe gli alunni, usando lo stesso sito (Canon creativ Park),

costruiscono animali tridimensionali e, fingendo di essere i guardiani di uno zoo, imparano a raccontare le caratteristiche di ciascun animale ad un ipotetico turista. Il testo è stato sviluppato dagli alunni stessi, seguendo una griglia fornita dall’insegnante.

Alcuni alunni presentano un animale alla classe con un cartellone.

Anche in questa classe si lavora in piccoli gruppi. La presentazione del cartellone è occasione per Elena per rivedere alcune imprecisioni grammaticale che vengono corrette. Gli alunni vengono invitati a studiare in classe l’animale scelto. Ognuno sceglie un angolo della classe e ripetono a bassa voce il testo. Sono tutti molto responsabili, collaborativi ed attenti a non disturbare il vicino.

 

Sicuramente Elena riesce attraverso la sua disciplina a sviluppare quegli atteggiamenti cari alla pedagogia attiva: collaborazione, rispetto, empatia, consapevolezza di sé (riconosco i miei punti di forza e le mie debolezze), senso critico, creatività, autonomia, comunicazione efficace..

Gli spazi a disposizione delle classi sono grandi, luminosi e ben arredati.

Gli alunni si possono muovere liberamente e possono decidere dove e come lavorare. A disposizione hanno anche un ampio corridoio.

 

 

 

Kommentieren Sie diesen Beitrag

Ihr Kommentar

Captcha
an den seitenanfang
  seitenbereich schließen
punkt

Anmeldung